La VPN non funziona in hotel? Ecco come aggirarlo

Si consiglia di: Il programma per la correzione degli errori, ottimizzare e velocizzare Windows.

La connessione a reti diverse può esporre voi e i vostri dispositivi a potenziali vulnerabilità della sicurezza e la chiusura di tali scappatoie di solito porta a connessioni lente o bloccate al server aziendale, traducendosi in una minore produttività complessiva.

La maggior parte delle volte la prima cosa che ostacola la connessione è la VPN stessa, in quanto facilitano l'accesso remoto sicuro e consentono di lavorare indipendentemente dalla posizione. Nonostante la loro importanza, uno dei problemi più comuni è il livello di attenzione dell'utente di cui hanno bisogno. I migliori richiedono pochi input da parte dell'utente e offrono interfacce utente semplici e installazioni e implementazioni semplici.

Tuttavia, le persone che viaggiano e lavorano mentre sono lì hanno già abbastanza da gestire, quindi non c'è molto spazio per configurare costantemente le loro VPN, che possono portare più buchi di sicurezza, quindi dovrebbe essere evitato in ogni momento.

Uno degli spazi in cui le persone si trovano costantemente a cercare di gestire i problemi di accesso remoto sono gli hotel. Se un visitatore esce dall'hotel per segnalare una cabina, il segnale di connessione si indebolisce e alla fine si disconnette, a meno che il visitatore non sia in genere hotspot perché le moderne VPN dispongono di dialer che si integrano nel client e in grado di rilevare diverse reti intorno all'area, fornendo quelle disponibili al dispositivo in cui è installato il client VPN.

A differenza di molti strumenti VPN, Cyberghost fa un ottimo lavoro durante la sincronizzazione con le reti. Ottieni ora CyberGhost VPN (vendita flash al 77%) e sbarazzati di questo tipo di problemi. Protegge il tuo PC dagli attacchi durante la navigazione, maschera il tuo indirizzo IP e blocca tutti gli accessi indesiderati.

Gli hotel assumono anche che tutti siano su SSL VPN per l'accesso remoto, quindi bloccano l'accesso alle porte IPsec. In realtà bloccano le VPN, in particolare per lo streaming multimediale, perché vogliono che paghiate per i film in-hotel invece che per lo streaming gratuito.

Questo articolo esamina alcuni passaggi che puoi eseguire quando la tua VPN non funziona in hotel, quindi puoi sbloccare il servizio e riottenere l'accesso completo.

FIX: VPN non funziona in hotel

  1. Travestire il tuo traffico VPN
  2. Controlla la configurazione del tuo laptop
  3. Usa la tecnologia VPN stealth
  4. Passa tra i server DNS

1. Travestire il traffico VPN

È possibile mascherare il traffico VPN come un normale traffico del browser Web, il che rende impossibile per la rete dell'hotel bloccare il servizio VPN, a meno che non voglia bloccare tutto il traffico del browser HTTP, ma questo non è un evento probabile.

  • LEGGI ANCHE: Migliore VPN senza limite di larghezza di banda: una recensione di CyberGhost

2. Controlla la configurazione del tuo laptop

Se stai cercando di connetterti per poter lavorare, verifica con l'amministratore IT dell'ufficio sulla configurazione del tuo computer e fai sapere loro cosa sta succedendo in modo che possano registrare la situazione e risolvere i problemi.

Dovresti essere vittima di sottoreti che si sovrappongono (quando viene stabilita una connessione dal client VPN a un'altra rete con lo stesso intervallo di indirizzi IP privati ​​in modo che gli indirizzi si sovrappongano) o un firewall di hotel restrittivo. Nel caso di una subnet sovrapposta, il router dell'hotel assegna alla macchina un intervallo di indirizzi IP privati, che corrisponde a quello dell'ufficio, quindi quando il client VPN si connette, utilizza l'indirizzo IP di origine corrente (rete dell'ufficio) e il gateway ci si connette per vedere questo come un indirizzo locale, quindi si sovrappongono e negano la connessione VPN.

Se il problema è che il firewall dell'hotel è troppo restrittivo, impedendo la connessione IPsec, non funzionerà perché i frame ESP (carico di sicurezza incapsulato) vengono eliminati o modificati dal router. Tuttavia, alcuni client IPsec dispongono di funzionalità che consentono l'accesso remoto dietro firewall con le impostazioni per impedire il traffico di dati basato su IPsec. Come amministratore IT per configurare un client IPsec diverso affinché tu possa navigare automaticamente.

3. Utilizzare la tecnologia VPN stealth

Questo può camuffare e / o confondere il traffico VPN in modo che non sia facilmente identificato come tale o mascherato da traffico web crittografato regolare. Ecco come sbloccare la tua VPN su quasi tutte le reti:

  • Esegui OpenVPN sulla porta 443

La porta 443 è la porta più comunemente utilizzata dal traffico Web crittografato SSL / TLS ed è un protocollo standard utilizzato ogni volta che si accede a un sito Web con dati sensibili come le informazioni bancarie o fiscali. OpenVPN utilizza la libreria di crittografia SSL, quindi passa la porta # a 443 e passerà attraverso tutti i rigidi firewall DPI.

  • LEGGI ANCHE: questo firewall può bloccare il riconoscimento facciale proteggendo la tua privacy

La maggior parte delle VPN premium di alta qualità ti consente di cambiare la porta # o di disporre di posizioni server dedicate che possono accedere alla porta 443. Parla con il supporto tecnico della tua VPN per questo passaggio.

  • Stealth VPN o Obfuscation

Se si utilizza la porta 443, la maggior parte dei protocolli VPN ha ancora l'intestazione del pacchetto di dati, più simile a un'impronta digitale che può consentire ai firewall di riconoscere il traffico VPN. Se si utilizza una VPN con tecnologia stealth o offuscamento, la connessione VPN può riscrivere le intestazioni dei pacchetti o oscurarle in modo che non siano facilmente riconoscibili. Alcune delle VPN con questo includono IPVanish, Proxy.sh, Torguard, VyprVPN e VPN.ac.

Puoi anche eseguire la tua VPN attraverso la rete Tor in quanto rende praticamente sbloccabile e ad alto anonimato. Il rovescio della medaglia è che la tua VPN verrà instradata tramite più livelli proxy crittografati con diverse velocità. VPN come NordVPN, AirVPN, Proxy.sh e BolehVPN hanno il supporto VPN-over-Tor integrato.

4. Passare tra i server DNS

Alcuni utenti hanno trovato uno strumento chiamato DNS Jumper, che semplifica il passaggio tra server DNS ed è anche un ottimo strumento per la risoluzione dei problemi. Puoi migliorare la sicurezza sostituendo il DNS con il tuo ISP o aumentando la tua velocità di navigazione.

DNS Jumper consente di accedere a siti bloccati, migliorare la sicurezza passando a server DNS più sicuri, blocca i siti Web inappropriati, accelera la navigazione passando a un server DNS più veloce e semplifica il processo di commutazione del server DNS (sebbene ciò possa essere fatto manualmente). È gratuito ed è portatile, non richiede installazioni.

Qualcuno di questi passaggi ha aiutato? Facci sapere lasciando un commento nella sezione sottostante.

Raccomandato

Correzione: installazione fallita nella fase Safe_OS con un errore
2019
5 migliori software per correggere la distorsione dell'obiettivo in Windows 10
2019
7 dei migliori antivirus per computer lenti
2019